Luxury Sunday Brunch – Top 3 – Firenze

Eccoci qui, ben ritrovati!

Sono scomparsa per un po’ tra Natale, viaggio di Capodanno e solita settimana fiorentina delirante per il Pitti, ma da oggi si ricomincia a pieno regime, eh.

E il primo post del 2017 lo dedico proprio a Firenze. E ai suoi migliori brunch.

Perché se è vero che questa città si è animata sorprendentemente durante la settimana del Pitti (avete seguito le mie avventure su Instagram?), non bisogna però disperare ora che si è conclusa.

Ora avete un intero weekend davanti per riposarvi e magari godervi un bel brunch della domenica.

Uno di quelli belli belli però, che costicchiano – quello sì- ma ne valgono assolutamente la pena.

Insomma, per concedervi una domenica da veri re, ecco i miei consigli sui 3 migliori “luxury brunch” fiorentini (tutti da me fedelmente provati nelle passate domeniche autunnali, una dura vita eh quella della blogger che vuole testare tutto in prima persona eh!).

Luxury Brunch - Firenze
Luxury Brunch – Firenze

 

Si parte dal grande classico, conosciuto ben oltre i confini fiorentini: il brunch al Four Seasons.

Con l’inconfondibile servizio di altissimo livello caratteristico dell’hotel a 5 stelle, i tavoli allestiti in maniera impeccabile nelle bellissime sale della hall (ancora più belle quando ci sono andata io, grazie agli addobbi natalizi) e soprattutto un buffet davvero di altissimo livello, di quelli da farci un giro, e poi un altro, e un altro ancora. Tanto non c’è nessuna fretta. Il bello è godersi l’esperienza culinaria lentamente, facendola accompagnare da una lunga chiacchierata con gli amici (nel mio caso due amiche che non vedevo da mesi, inutile dire che non c’è stato da annoiarsi!) fino a pomeriggio inoltrato.

Del buffet favoloso (non a caso il ristorante vanta una stella Michelin e lo chef Vito Mollica è stato nominato Chef dell’anno dalla Guida ai Ristoranti de Il Sole 24 ore), una menzione particolare va ai crudi di pesce e i deliziosi finger food (crema di branzino con funghi, crema di broccoli con chorizo, crema di carote con polpa di granchio…tutte talmente deliziose da rendere impossibile resistere alla tentazione di fare un bis/tris/etc.etc.) .

Divertente anche la formula delle cucine aperte: per i piatti caldi ci si serve direttamente in cucina, condividendo idee e pareri con lo chef e la brigata di cucina, in un’atmosfera ancor più conviviale.

Se proprio devo trovare una pecca, invece, buoni ma non buonissimi i dolci. Anche se a mantenere alto il mio livello di glicemia ci ha pensato il banco interamente allestito con barattoli in vetro ripieni di ogni tipo immaginabile di caramelle (Rossana e Galatine a farla da padrone, così per dire) a cui non ho certo saputo resistere. Ve l’avevo mai detto che sono affetta da una certa cleptomania verso la categoria in questione?!? 😉

 

[Costo: 90€ a testa (vini pre-selezionati inclusi)]

 

 

 

La mia valutazione dei dessert del Four Seasons, lo ammetto, potrebbe essere stata influenzata dal fatto che proprio la domenica precedente avevo avuto un tete a tete prolungato con il buffet dei dolci di Villa Cora.

Eh sì, di Villa Cora ricordo in primis proprio questo: un’immensa tavolata imbandita con ogni ben di dio ad alto, altissimo contenuto glicemico. Macarons alle castagne, foglie di cioccolato bianco, cheesecake al limone, mousse di cachi…in cucina si sono lasciati ispirare dalla stagione autunnale e hanno davvero creato dei capolavori!

La rotazione degli ingredienti secondo le stagioni è infatti il filo conduttore di ogni brunch, non solo per il buffet dei dolci, ma anche e soprattutto per le proposte salate: insalatone, quiche , carpacci, ma anche piatti caldi e uno speciale angolo dedicato ai crudi di pesce e al sushi. Insomma, anche i non amanti del dolce, non potranno che amare questo brunch.

Che poi il tutto sia servito nel luminosissimo salone principale di questa magica villa/grand hotel e che per digerire ci si possa concedere una passeggiata nel giardino secolare o salire sul rooftop per ammirare una vista mozzafiato su tutta la città e dintorni sono valori aggiunti da non sottovalutare. Tutto contribuisce a rendere una domenica a Villa Cora un’esperienza che vale davvero la pena provare almeno una volta, preferibilmente con un gruppo amici (bambini inclusi: c’è una speciale area con baby sitter al piano inferiore, voi potrete mangiare e chiacchierare rilassati e nemmeno vi accorgerete della loro presenza!).

[Costo: 78€ a testa (vini inclusi)]

 

 

 

Last, ma certamente not least, il brunch al JK Place, boutique hotel in piazza Santa Maria Novella, a due passi dalla stazione.

Anzi, se devo essere sincera, andrò controcorrente e vi dirò che, sebbene abbia amato sia Villa Cora che il Four Seasons, l’esperienza davvero più piacevole l’ho fatta proprio qui, al JK Place.
Perché? Perché al JK Place ti senti davvero a casa tua.

Il servizio sarà meno pomposo, ma certo la gentilezza del personale di sala è davvero impeccabile. E tutti ti fanno sentire subito davvero a tuo agio.

Il cibo forse sarà meno variegato, ma non per questo di qualità inferiore. Dal menù si ordinano piatti deliziosi (dai tortelli ripieni di pesce all’hamburger di chianina), mentre affettati e formaggi, delisiose specialità vegane (ho adorato le polpettine di quinoa!), frutta, yogurt e cereali e un’innumerevole quantità di torte fatte in casa si trovano su diversi tavoli sapientemente dislocati in varie stanze del piano terra dell’hotel. L’impressione è quella, piacevolissima, di non servirsi dal buffet di un ristorante, ma di essere davvero a casa propria.

E in questo aiuta tantissimo l’arredo degli spazi interni. Tante piccole sale , una diversa dall’altra: ci si può accomodare sulle poltrone del salotto all’ingresso, oppure rilassare davanti al caminetto nella stanza a fianco. Per le tavolate più grandi? Altri saloni di dimensioni adeguate. Per i bambini? La sala tv. Ditemi se non è davvero a misura d’ospite!

Ah, va da sé che al JK Place vi consiglio di andarci anche per un semplice caffè o merenda se siete in giro per il centro di Firenze: è davvero indescrivibile il piacere di fuggire al caos fuori e rifugiarsi per un attimo davanti al caminetto godendosi un momento di relax tutto per sé!

[Costo: 60€ a testa (vini inclusi)]

 

E con questo concludo la mia top 3 dei migliori “luxury brunch” a Firenze, quelli per cui vale davveor la pena fare un piccolo investimento e concedersi un piccolo lusso domenicale.

 

Indecisi su dove prenotare la prossima domenica?! Beh, i lussi non sono certo limitati. E le domeniche di questo anno appena iniziato nemmeno. Avete tutto il tempo per provarli tutti.

E buon appetito! 🙂

 

Brunch - Villa Cora - Firenze
Brunch –  Firenze

 

 

Four Seasons

Borgo Pinti, 99, Firenze

Tel: +39 055 2626 222

www.fourseasons.com/florence

 

Villa Cora

Viale Machiavelli 18 Firenze 50125

Tel: +39 055 228790

www.villacora.it

 

JK Place

Piazza di Santa Maria Novella, 7, Firenze

Tel: 055 264 5181

www.jkplace.com

 

 

 

Email this to someoneShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *