Paella, hierbas y espadrillas – I love Formentera – Summer tips

E’ ufficialmente scattato il conto alla rovescia: solo un mese ancora e sarò di nuovo nella mia amata isla, Formentera, a godermi la mia unica vera vacanza annuale, l’unico periodo in cui riesco veramente a staccare il cervello da tutto e da tutti e godermi in pieno giornate fatte esclusivamente di sole, spiaggia, libri, paella, hierbas e poco più.
 
Ebbene sì, amo viaggiare, scoprire posti nuovi, andare all’avventura, rischiare la vita, ma non c’è posto al mondo che abbia su di me un potere più rilassante e rigenerante di Formentera; sia ben chiaro, vissuta a modo mio, in versione totale relax e gran poca mondanità, nettamente controcorrente rispetto alla mia frenetica vita nel resto dell’anno..d’altronde, che vacanza sarebbe altrimenti?!


E’ così forte il fascino che l’isola esercita su di me che, nonostante la mia ben nota capacità di annoiarmi ovunque dopo troppo tempo, sono ormai ben dieci anni che ogni estate mi aggiro tra le spiaggie di Mitjorn e Illetas. E così chiunque sia in partenza per la stessa meta mi scrive per avere da me suggerimenti sulle spiaggie migliori, i ristoranti migliori, i negozi migliori. Beh, mi sembra sia giunto finalmente il momento di trascrivere il contenuto di quella che è ormai una mail standard che giro a tutti e trasformarlo in un post.
 
Ecco a voi quindi i miei posti del cuore formentereni:
 
Colazione
Già lo sapete, per me la colazione è sacrosante, soprattutto d’estate, soprattutto in vacanza quanto te la puoi prendere comoda senza rischiare che yogurt e cereali ti si piazzino sullo stomaco per metà giornata. 
D’obbligo, quindi, una prima, pantagruelica, colazione in veranda a casa. Poi è altrettanto rituale la seconda pausa caffè, intorno a mezzogiorno (ci vuole poco ad assumere i ritmi rallentati spagnoleggianti!), rigorosamente in centro a San Francesc.
·   Per andare sul sicuro la scelta (ed è bello variare ogni mattina) e’ tra:
Spiaggia
Visto il mio mood relax totale, io personalmente sono per evitare sempre le spiaggie più affollate e trafficate tipo Illetas e Pirata. 
Per restare zona Illetas, la mia preferita resta comunque il Tanga/Levant, postazioni migliori spostandosi sul lato più a destra (guardando mare); il bar del Tanga è comunque uno dei posti migliori per pranzare, il suo calamaro alla griglia me lo sto già sognando!
 
Netta preferenza però per le calette lato Mitjorn, dove ci si può alternare tra:

Aperitivo
·   Finita l’epoca degli aperitivi etilici e danzanti (più che altro, finita anche l’età in cui potevo affrontarli!), ora il must e’ il mojito sorseggiato al tramonto con colonna sonora lounge. Dove?
Per restare lato Mitjorn, le alternative sono:

 Piratabus: chiringuito spartanissimo sulla spiaggia, classicone è l’accompagnamento di “Con te partirò” mentre il sole scompare dietro Cap de Barbaria

· 10.7a pochi metri, versione “seduta”, più tranquilla e composta

· Lucky

· Geckoper un cocktail un po’ più “glamour”, boutique hotel con giardino, divanoni e musica jazz/lounge


 
Altrimenti si possono provare:
  • ·  Codice Lunalontanuccio, al Pilar de la Mola, ma vale la pena andarci una sera, se non altro per la vista mozzafiato (che il sole tramonti dall’altro lato poco importa, suvvia!)
  •  Moli de Sal: qui il sole cala direttamente davanti a te che sorseggi mojito, dietro agli yacht attraccati al largo della spiaggia del Pirata; da non perdere anche la cena (vd. sotto)

 

Cena
Per restare in tema con il mio buen retiro hippie, prediligo i locali più spartani, dove divori pesce freschissimo e buonissimo, direttamente in spiaggia:
  • Pelayo: il mio preferito in assoluto: prenoti la paella la mattina e ti pescano il pesce on demand, da mettere in conto un’intera giornata detox a seguire perchè, inutile trattenersi, quella di finire a pulire la padella fino all’ultimo chicco di riso è una certezza!
  • Sa Platgeta: ci arrivi a piedi percorrendo una stradina buia a picco sul mare: da mozzare il fiato con la luna piena che illumina il cammino a giorno (altrimenti è vivamente consigliata la torcia dell’Iphone, pena l’arrivo al ristorante con sbucciature e lividi vari, il che purtroppo impedirebbe di gustarsi a pieno lo strepitoso calamaro alla griglia!)
  • Es codol foradat
Detto questo, un po’ di mondanità resta pur sempre viva in me, non posso rinnegare così totalmente la mia vera indole! Ed ecco allora che qualche sera non è male vestirsi bene e ritrovarsi in uno dei place to be dell’isola. A scelta tra:
Ecco, questi sono i miei indirizzi preferiti. Ma come al solito sono sempre pronta ad accettare suggerimenti, se ne avete, e a provare nuovi locali!
 
Intanto continuo il conto alla rovescia dei giorni che mancano alla mia partenza..e vi dirò di più, quest’anno ho talmente bisogno di questo buen retiro che ho fatto la pazzia ed ho preso un volo di sola andata. Nel worst case (che poi non sarebbe proprio così worst) trascorrerò un mese intero in versione hippie a sorseggiare hierbas. Chissà che non sia la volta buona in cui riesca a rilassarmi veramente!
 
Hasta luego!

 

 

—————-

The countdown has officially started: just one month left and then I’ll be back to my beloved isla, Formentera, to enjoy my one and only real annual holiday, the only period when I succeed in disconnecting my brain from everything and everyone and wholly enjoy days made exclusively of sun, beach, paella, hierbas and nothing else.

 
Well, yes, I love to travel, to discover new places, facing new adventures, risking my life, but there’s no other place in the world that has such a relaxing and regenerating power on me; let it be clear, lived in my own way, in total relax and really little glamour, definitely upstream towards my chaotic life during the rest of the year…after all, what kind of holiday would it be otherwise?
 
The fascination the island exercises on me is such that, despite my well known ability to get bored everywhere after too much time, it’s already ten years that every summer I roam among Mitjorn and Illetas beaches. So anyone is about to leave for the same destination writes me to get my suggestions on the best beaches, the best restaurants, the best shops. Well, I guess it’s now time to finally transcribe the content of what is by now a standard email I forward to everyone and transform it into a post.
 
There you are,then, my heart places in Formentera:
 
 
Breakfast
You already know it, for me breakfast is sacrosanct, especially during summer, and especially on holiday, when you have plenty of time, without risking that yoghurt and cornflakes stands on your stomach for half a day because of the hurry.
It’s compulsory, then, a first, pantagruelic, breakfast at home, in the veranda. Then it’s as well ritual a second coffee break, around noon (it takes a little to adopt the typical Spanish slow-motion rhythm!), rigourously downtown in San Francesc.
To go safe, the choice (it’s good to change every morning) is among:·
 
Beaches
Given my total relax mood, I’m personally for avoiding the most crowded beaches, such as Illetas & Pirata. 
To stay around Illetas, though, my favourite is always Tanga/Levant, best seats going towards the extreme right side (watching the sea); Tanga restaurant, however, is one of the best places to have lunch at, I’m already dreaming of its grilled squid!
 
My preference, though, goes to Mitjorn side, where you can alternate between:
 
Cocktail
·   The time of alcoholic and dancing drinks is over (or better, what is over is the age when I could stand them without consequences!), now the “must” is a good mojito sipped at sunset with a lounge soundtrack. Where?
 
To stay on Mitjorn side, my faves are:
  •  Piratabus: super wild chiringuito on the beach, a big classic is the accompaniment by “Con te partirò” while the sun disappears behind Cap de Barbaria
  • · 10.7just a few meters from the previous one, “sitting” version, more comfortable and quiet
  • ·  Gecko
  • ·  Lucky: for a little more “glamour” cocktail, boutique hotel with garden, big white sofas and jazz/lounge music
 
Otherwise, you can also try:
  • ·  Codice Luna: a bit far away, at Pilar de la Mola, but it’s worth going there one night, at least for the breathtaking view (it doesn’t really matter that sun sets on the other side of the island, come on!)
  •  Moli de Sal: here the sun goes down straight in front of you who are sipping mojito, behind the yatches offing Pirata beach; dinner here is not to be missed too (see below)
Dinner
In order to stay close to the theme of my hippie “buen retiro”, I predilect “wild” restaurants, where you can devour super fresh as well as delicious seafood, directly on the beach:
  • Pelayo: my fave one of all; you order paella in the morning and they fish the food on demand; you just need to take into account a whole detox day afterwards, because, useless to restrain yourself, it’s sure you will end up clearing the pan till the very last rice grain!
  • Sa Platgeta: you get there on foot, walking along a dark cliff-side : it’s breathtaking with full moon that enlightens the road path (otherwise I strongly suggest the Iphone torch, shall you get to the restaurant with various bruises, which would hinder the tasting of the amazing grilled squid!)
  • Es codol foradat
 
Said that, a little bit of glamour is always alive in me, I can’t deny so hardly my real nature! It’s, then, sometimes good to dress up and get to one of the “places to be” of the island. Choice among:
 
Hence, these are my favourite addresses. Anyhow, as usual, I’m always ready to get suggestions, if you have some, and try new spots!
 
In the meantime, I go on with the countdown till my departure…also, I will tell you more, this year I need this “buen retiro” so much that I did something crazy and booked a one-way flight. In the worst case (that wouldn’t be then so worst) I will spend a whole month in hippie version, sipping hierbas, Who knows, maybe it will finally be the time I succeed in getting really relaxed!
 
Hasta luego!
 
Email this to someoneShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on Pinterest

One thought on “Paella, hierbas y espadrillas – I love Formentera – Summer tips

Comments are closed.