Ponte del 1 maggio a Milano?! Guida alla sopravvivenza in 7 semplici step.

Bloccata a Milano per il ponte del 1 maggio causa previsioni di diluvi universali in tutta Italia e assenza di qualsiasi pianificazione in anticipo?!
 
Don’t worry…mentre fuori alla fine splende un sole che spacca le pietre e sei costretta a chiudere Instagram per interrompere il bombardamento di foto di amici/parenti/conoscenti/sconosciuti al mare, in campagna o in viaggio chissà dove, non ti resta che prendere atto che alla fine se Milano dev’essere per quattro giorni, almeno cerchiamone e sfruttiamone gli aspetti positivi.
 
Ed ecco rapidamente trovate 10 soluzioni per sopravvivere più a meno indenne alla forzata permanenza in città e accantonare gli istinti suicidi:
 
1. Approfittarne per allenarsi ai 10km della NIKE We Own The Night del 30 maggio con i quotidiani training tra Parco Sempione e i Giardini di Porta Venezia. 
Il team più glam?! Indubbiamente quello delle Pinktrotters (tutte le info per partecipare alla WOTN con loro le trovate a questo link)!
 
Milano - Running
Milano – Running


2. Continuare la piega detox presa dal weekend concedendosi una giornata di Day Spa alle Terme di Milano, tra percorsi benessere, idromassaggi, bagno turco, sauna e sale relax (intervallati da frequentissime pause al buffet light a base di frutta e verdura, a cui era impossibile resistere!).
 
Milano - Running
Milano – Running
 
3. Vanificare qualsiasi sovracitata attività detox con una cena a casa di Ely’s Bakery in persona, conclusasi con tante chiacchiere tra amiche sul divano (le migliori), tisana e i suoi immancabili dolci!
 
4. Recuperare le ultime settimane di latitanza cinematografica e, dopo un immancabile aperitivo da Pandenus (sempre una sicurezza!), concludere la serata guardando La Sedia della Felicità, ultimo film di Mazzacurati: tante risate garantite (e Valerio Mastandrea ha sempre un suo perchè!)
 
5. Ignorare temporale e temperature più adeguate al mese di febbraio e approfittarne per fare il cambio di stagione. E scoprire cosi un’infintà di vestiti e accessori nel proprio armadio di cui si ignorava totalmente l’esistenza. Quale momento migliore per fotografare ciò che non vede la luce del sole dal giorno che è uscito dal negozio e metterlo in vendita su Depop?!
 
Depop
Depop
 
6. Decidere alle 3 di pomeriggio di partire alla volta dell’Arena di Verona e del concerto di Laura Pausini, per realizzare il sogno di una vita (sì, amo Laura e non me ne vergogno). E ritrovarsi a fare l’aperitivo nella sempre affascinante Piazza delle Erbe e poi a cantare a squarciagola Strani Amori e La Solitudine, comodamete seduta su una bagnatissima gradinata non numerata, in preda alle intemperie metereologiche ( e qui il cappello da hipster si è rivelato ancora una volta una salvezza!).
 
Verona
Verona
Verona
Verona

 

7. Rimediare al colorito cadaverico con il primo bagno di sole della stagione da Ceresio 7. Certo, qualche appunto sul servizio (non esattemente all’altezza dei prezzi e delle pretese di esclusività), ma quando ci sono sole, venticello, musica lounge, lettini, libro e l’ottima compagnia delle amiche c’è poco da lamentarsi!
E concludere il weekend con un aperitivo bordo piscina al tramonto a base di tartare e pinzimonio (e altri dubbi accompagnamenti, va detto..) si è rivelato il modo migliore per ricaricarsi in vista dell’imminente settimana lavorativa.
 
Ceresio - Milano
Ceresio – Milano
Ceresio - Milano
Ceresio – Milano
Ceresio - Milano
Ceresio – Milano
Ceresio - Milano
Ceresio – Milano
Ceresio - Milano
Ceresio – Milano


Ecco..e così direi che sono sopravvissuta anche a questo ponte milanese. Poteva andare peggio, no?!
 
Buon inizio settimana a tutti!
Email this to someoneShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on Pinterest