Souvenirs de Paris

Resilienza. Che bel concetto.

L’ho sperimentata in prima persona la scorsa domenica a Parigi.

 

 

Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris

 

Nessuna euforia, certo. Solo tanta tristezza per i fatti appena accaduti e toni smorzati, smorzatissimi.

Ma anche nessuna paura e nessuna voglia di restare in casa. Soprattutto in una domenica di novembre dal cielo bluette e temperature primaverili che già da sola sembrava voler inneggiare alla positività e alla resilienza.

E se i musei erano tutti chiusi in segno di lutto (niente Paris Photo per quest’anno e rinviata alla prossima volta la visita alla nuova Fondation Vuitton),  mi sono dovuta accontentare di una passeggiata dal Marais fino alla Tour Eiffel e ritorno, passando per George V (con annesso pranzo al sole da Chez Francis) e Champss Elysées.

Un museo a cielo aperto che vale sempre la pena rivedere.

Ecco alcuni dei miei souvenirs.

A très bientot.

 

 

Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris
Souvenirs de Paris

 

Wearing

Patchwork Dress Etro

Bottle Green Pull Primark

Black Coat H&M

Burgundi Hat H&M

Burgundi Scarf H&M

Burgundi Bag Buti Pelletterie

Sunglasses Primark

 

Email this to someoneShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *