Travel tips – Positano

Del mio weekend a Positano vi ho già dato una preview fotografica nell’ultimo post.

E se le foto vi avessero già da sole fatto venire voglia di prenotare un paio di notti in Costiera Amalfitana, ecco per voi qualche dettaglio in più su cosa non perdervi assolutamente in questa località da sogno.

Caffè Positano - Positano
Caffè Positano – Positano

 

– La colazione vista mare al Caffè Positano

Sfogliatelle, caffè, una vista sensazionale. La giusta carica di energia per affrontare i circa 2.000 scalini che vi aspettano (ebbene sì, ho fatto un conto approssimativo, in due giorni è il minimo che vi tocca!)

 

 

Caffè Positano - Positano
Caffè Positano – Positano
Caffè Positano . Positano
Caffè Positano . Positano

 

– Una passeggiata suggestiva

Potete scendere fino alla spiaggia attraverso le strette stradine del centro e poi eventualmente continuare con il Sentiero degli Innamorati che dalla Spiaggia Grande conduce alle calette di Fornillo. Oppure ancora arrampicarvi fino al borgo segreto di Nocelle per scoprire il Panorama degli Dei.

Di strada da fare ce n’è, non preoccupatevi, di gradini pure (i glutei ringrazieranno, altro che allenamenti di cross fit!). Ma non mancano nemmeno gli scorci con vista che vi faranno dimenticare la fatica pure. E passa la paura.

Positano
Positano
Positano
Positano
Positano
Positano

– L’acquisto di un paio di sandali su misura

Positano è famosa per i suoi celebri sandali fatti a mano: che fashion victim siete se non ve ne portate a casa un paio, decorati a vostro piacimento?

– Una gita in barca

Si parte dai tre isolotti de Li Galli, al largo di Positano, detti “le Sirenuse” per le leggende che li descrivevano come rifugio delle sirene incantatrici di cui narra anche Omero nell’Odissea. Si continua costeggiando la Amalfi, Minori, Maiori e fermandosi in luoghi magici altrimenti irraggiungibili, come il fiordo di Furore e la Grotta del Diavolo. Assolutamente imperdibile.

Arcipelago Li Galli
Arcipelago Li Galli
Arcipelago Li Galli
Arcipelago Li Galli
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Fiordo di Furore - Costiera Amalfitana
Fiordo di Furore – Costiera Amalfitana
Fiordo di Furore - Costiera Amalfitana
Fiordo di Furore – Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Grotta del Diavolo - Costiera Amalfitana
Grotta del Diavolo – Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana
Positano
Positano

– Un aperitivo alla Buca di Bacco

– Una cena di pesce da Chez Black

Meta mondana per eccellenza. Non si può essere stati a Positano senza aver mangiato un pescetto in riva al mare in questo locale storico, aperto nel 1949 e visitato da divi del cinema e dello spettacolo. Qualcosa da ridire sulla poca, pochissima italianità del nome? Tutta colpa di una turista staniera che iniziò a soprannominare il proprietario “Black” vivsto il colorito decisamente abbronzato. E di un certo gusto dello stesso per i francesismi. Che ci volete fare, anche questo ha un che di pittoresco.

 

Chez Black - Positano
Chez Black – Positano
Chez Black - Positano
Chez Black – Positano
Chez Black - Positano
Chez Black – Positano
Chez Black - Positano
Chez Black – Positano

 

– Una serata danzante nella suggestiva cornice del Music on the Rocks

Ballare sulle note di Avicii e David Guetta in un castello arroccato sugli scogli, a picco sul mare. Altra esperienza da non perdere.

 

– Qualche ora di relax in spiaggia

Per riprendersi dalle ore piccole della notte precedente (e visto che probabilmente nel frattempo gli infiniti scalini staranno facendo sentire i primi effetti sui polpacci), niente di meglio di qualche ora dedicata all’abbronzatura. Nella Spiaggia Grande, al centro del Paese, o nella più riservata spiaggia di Fornillo, raggiungibile con un sentiero che parte dalla Spiaggia Grande costeggiando il mare e le torri saracene di avvistamento.

 

Un ultima curiosità. Lo sapete da dove viene il nome Positano?
Si narra che il quadro della Madonna fosse a bordo di una nave Turca che rimase bloccata al largo della costa finché il capitano non sentì una voce sussurrare “posa posa”. Allora il dipinto fu gettato in mare e fu ritrovato successivamente lì dove ora sorge la chiesa. Chiaro segnale che la Vergine aveva scelto come propria dimora quel piccolo paesino di mare che ora si chiama, appunto, Positano.

Che sia solo una leggenda è probabile. Sta di fatto che “posa posa” è anche il richiamo che questi luoghi esercitano su qualunque visitatore. Provate a trascorrerci un paio di giorni e ditemi poi quanta voglia di ripartire avete (se non altro perché i polpacci, dopo i millemila gradini saranno talmente doloranti che non riuscirete nemmeno a muovervi, questa è una certezza.)

 

————————————–

 

Caffè Positano

Viale Pasitea 168-170, Positano (SA)

Tel: 089-875082

www.caffepositano.it
Ristorante Chez Black

Via del Brigantino 19, Positano (SA)

Tel: 089-875036

www.chezblack.it

 

Music on the Rocks

via Grotte dell’Incanto 51, Positano (SA)

Tel: 089-875874

www.musicontherocks.it

 

Positano Charter

www.positanocharter.eu

Tel: 335-8031414 (Capitano Stefano)

 

 

Email this to someoneShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *